La fase di pretest

Per la validazione delle procedure sono stati condotti dei pretest che hanno coinvolto trasversalmente diversi gruppi di lavoro da gennaio a luglio 2015 .

In particolare:

CONTA DELLE PAPILLE E MISURAZIONE DEL PROP STATUS

Per la conta delle papille e la misurazione del PROP status sono state organizzate delle giornate di formazione presso l’Università degli Studi di Firenze, a cura della dott.ssa Camilla Masi, a cui hanno partecipato tutti i responsabili di questa attività per ciascun laboratorio.

 

PRODOTTI E SOLUZIONI

Le procedure relative ai test con i prodotti e le soluzioni acquose sono state messe a punto dal team sensoriale della Fondazione Edmund Mach e dall’unità sensoriale dell’Università di Bologna, in collaborazione con l’unità sensoriale dell’Università degli Studi di Firenze, dell’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche, dell’Università degli Studi di Milano, dell’Università degli Studi di Napoli, dell’Università degli Studi della Basilicata, del CNR-IBIMET di Bologna, del CRA-NUT di Roma e di Adacta International S.p.A, che hanno partecipato alla fase di pretest.

 

QUESTIONARI

SOCIO-DEMOGRAFICI E SALUTE

I questionari socio-demografici e relativi alla salute sono stati sviluppati a cura del team sensoriale CRA-NUT di Roma e di SemioSensory Research & Consulting. Hanno collaborato le unità sensoriali dell’Università degli Studi di Firenze e l’unità genetica dell’Università degli Studi di Trieste.

TRATTI PSICOLOGICI E DELLA PERSONALITA’

I questionari relativi ai comportamenti alimentari, ai tratti psicologici e alla personalità sono stati selezionati a cura del team sensoriale CRA-NUT di Roma e di SemioSensory Research & Consulting. Hanno collaborato le unità sensoriali dell’Università degli Studi di Firenze e della Fondazione Edmund Mach.

Per i questionari per i quali era già disponibile una versione in italiano è stato inoltre effettuato un controllo della traduzione, mentre per i questionari di cui non era disponibile una versione in italiano è stata effettuata una back translation da due gruppi di traduttori diversi composti ciascuno da un madrelingua italiano e uno inglese. In una prima fase i questionari sono stati tradotti dall’originale in italiano ed è stata poi fatta una back translation. In una seconda fase sono state confrontate le due translation-back translation e sulla base dei criteri indicati sopra sono state effettuate le scelte traduttive finali.

Per tutti i questionari sono stati testati i tempi di compilazione.

PREFERENZA, SCELTA, FAMILIARITA’

I questionari relativi alla preferenza, scelta e familiarità sono stati sviluppati e testati per i tempi a cura del team sensoriale dell’Università degli Studi di Milano e dell’unità sensoriale Università di Firenze. Hanno collaborato le unità sensoriali di CRA-NUT di Roma e la Fondazione Edmund Mach.

 

PREPARAZIONE DELLE SESSIONI E DIGITALIZZAZIONE DEI TEST

La preparazione delle sessioni utilizzando il software FIZZ (Biosystèmes) è stata curata dalle unità sensoriali dell’Università degli Studi di Firenze, dell’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche, della Fondazione Edmund Mach, dell’Università degli Studi di Milano e del CRA-NUT.

La digitalizzazione dei questionari preliminari in formato Google è stata curata da Danny Cliceri.

La randomizzazione degli items per le versioni cartacee dei questionari è stata curata da Luisa Torri con la collaborazione di Nicola Pirastu.

Share